PIER LUIGI ORLANDI, UN MONDO DI ACQUA E PASSIONE

22 marzo 2017

Video di Miriam Bergonzini

Testo di Bice Formentini

Dopo una vita lavorativa come disegnatore tecnico e, finalmente andato in pensione, ho potuto dare libero sfogo a quella passione che tanto avevo coltivato in segreto da sempre e così ho preso in mano pennelli e colori e ho cercato di mettere su carta le mie emozioni.

Dico su carta, perchè ho scelto tra diverse tecniche l'acquerello, la tecnica dell'acqua che si fa colore che non ti dà modo di correggere e quindi l'immediatezza e la trasparenza sono alla base di essa.
Ho seguito corsi dal 2009 convincendomi sempre di più che quella era la mia strada ed ora appartiene alla mia vita. Il mio assiduo impegno e la mia dedizione sono stati premiati avendo ottenuto diversi riconoscimenti, ma quello che mi da' più soddisfazione è il veder nascere da un immacolato foglio bianco un mio lavoro frutto della mia creatività e sensibilità ma ancor più del mio amore per questa tecnica bella e difficile.
La molteplicità delle “voci”, degli aspetti della natura e della vita si esprime, negli acquerelli di Pier Luigi Orlandi, con singolare vigore e coinvolgimento emotivo. La scelta dei soggetti e dei colori, la padronanza della tecnica, la partecipazione umana a ciò che viene descritto si fondono in un sottile equilibrio.
Viali verdeggianti o sontuosi di foglie d’ autunno, caldi tramonti, fresche marine, scorci di Modena resi vivi dalla presenza di figure umane, , oppure figure colte nella loro solitudine …, delicatissimi paesaggi innevati, squarci naturali creati dalla fantasia, ogni cosa od essere è espresso con limpido segno, ricco senso della luce e dei valori cromatici ed atmosferici, sottile condivisione della esperienza umana; come è umanissimo il sentire ciò che la natura e il mondo intorno a noi raccontano o suggeriscono …. con la loro voce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA copyright www.ilgiornaledelricordo.it

News » ESPOSIZIONI E MOSTRE di Miriam Bergonzini - Sede: Nazionale | mercoledì 22 marzo 2017