INTIMA PULSIONE: IO TI APPARTENGO

22 maggio 2019

di Francesca Priori

In questo momento vorrei possedere superpoteri. Vorrei con la forza del mio pensiero, svegliarti. Vorrei allungare una mano e toccarti, vorrei voltarmi e che tu fossi lì, dietro me, pronto a baciarmi. Quasi, nonostante abbia ben presente di me ogni parte, sfumatura, emozione, nonostante sappia ricercarne e ricercarmi, solo ora, da che ci sia tu, io davvero esista, ed in tua assenza mi smarrisca. In tua assenza fatico a trovarmi. Ogni mia più intima pulsione, sentimento, pensiero, ormai ti appartiene, io ti appartengo. 
A tal punto da cessare, sospendere di esistere, se non in tua presenza. Come se ad ogni tuo arrivederci, fosse un addio a me stessa, che rimane lì, vuota, in attesa del tuo ritorno, per ricongiungersi a sé. Come se ad ogni saluto mi congedassi da me, consegnandoti un'urna contenente le ceneri della mia essenza: un pulviscolo rimasto nel tuo fiato, senza il quale io respiro ma non vivo, attendo e null'altro.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA  www.ilgiornaledelricordo.it

News » DEVIAZIONI ARTISTICHE di Vittorio Esperia - Sede: Nazionale | mercoled√¨ 22 maggio 2019