“ANGELI, LO SPETTACOLO”

12 ottobre 2017

di Anna Isabella Sanna

Chi sono gli Angeli?
Sono i protagonisti della storia cruda e ‘fastidiosa’ - "Angeli, lo spettacolo" - che verrà portata sul palco il 13 il 14 ottobre dall’Ass. Figli d’Arte Medas. Lo spettacolo nasce come un ibrido, testo e regia di Gianluca Medas, sarà recitato dal vivo e in video, traendo alcune scene chiave dall’omonimo cortometraggio (riprese di Antonio Cauterucci).

“Stampando una notizia in grandi lettere, la gente pensa che sia indiscutibilmente vera.”
- Jorge Luis Borges -

Angeli non lascia respiro, confonde gli spettatori e li avviluppa al filo narrativo.
Lo spettacolo li spinge a oltrepassare le normali coordinate del giudizio morale nei confronti di una storia di disagio ed emarginazione. Sono due i punti di vista che incontrerà lo spettatore:
- lo sguardo esterno, dei media, immagini trasmesse da uno schermo che diffondono la parte esteriore del fatto drammatico;
- e lo sguardo intimo, dei protagonisti sul palco che vivono la drammatica situazione.

Due storie che raccontano la stessa storia e lo fanno attraverso una forma ibrida tra cinema e teatro estetica, che contraddistingue ormai da diversi anni le produzioni più importanti di Figli d’Arte Medas.

Sono Gloria e Rocco i giovani protagonisti di una ‘storia come tante altre’ ma che per una serie di circostaze diventa una ‘storia di cronaca’. I due giovani ragazzi, che fanno parte di quel microcosmo di ‘invisibili’ agli occhi della società, si ritrovano nell’arco di poche ore ad essere due pericolosi rapinatori. Dopo una maldestra rapina e una fuga precipitosa i due ragazzi restano bloccati dentro un capannone assieme a un ostaggio. Durante la loro permanenza in questo luogo sudicio e desolante impareremo a conoscere Gloria e Rocco, vivremo le loro angosce e la loro paura. Lo spettacolo fornirà gli strumenti per uno sguardo critico degli eventi a 360°, gli attori sul palco forniranno gli strumenti per una lettura intima e le riprese della vicenda forniranno uno lettura “da cronaca”.
Lo spazio scenico è scarno, nessuna scenografia, scatole e casse saranno gli unici oggetti che ricreeranno il capannone in cui sono rinchiusi i due ragazzi, saranno gli attori e le riprese in video a trasportare la multidimensionalità della vicenda fino agli occhi degli spettatori. Solo attraverso questa ‘nudità’, voluta e ricercata, è possibile da una parte ricreare l’azione di violenza da parte dei media, che talvolta strappano all’essenza dei fatti una verità modellata a misura delle esigenze d’ascolto, dall’altra uno sguardo intimo e crudo di esistenze provate da un’emarginazione che crea vuoto, solitudine e abbandono.

LE DATE
Lo spettacolo si svolgerà:
- il 13 Ottobre
- il 14 Ottobre

DOVE
A Cagliari presso l'Ex Manifattura Tabacchi, sala 11.
H 21:00.
Viale Regina Margherita, 33

CONTATTI
* evento fb di Angeli
http://facebook.us14.list-manage.com/track/click?u=b2b84fffd4c79ceaf90829d78&id=9abf319b27&e=836ad17eaf

* pagina fb di Gianluca Medas - Figli d’Arte Medas

@medasgianluca

* 389 299 66 41
* prenotazioni@figlidartemedas.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA copyright www.ilgiornaledelricordo.it

 

News » DEVIAZIONI ARTISTICHE di Sara Cavazzin - Sede: Nazionale | giovedì 12 ottobre 2017